Pino Daniele, giallo sul decesso: la Procura di Roma indaga per omicidio colposo Ancora poco chiara l'esatta dinamica della morte del cantante. Prima il malore in campagna, poi la corsa disperata verso Roma

<span class="entry-title-primary">Pino Daniele, giallo sul decesso: la Procura di Roma indaga per omicidio colposo</span> <span class="entry-subtitle">Ancora poco chiara l'esatta dinamica della morte del cantante. Prima il malore in campagna, poi la corsa disperata verso Roma</span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

La Procura di Roma indaga per omicidio colposo in relazione alla morte di Pino Daniele. Il procedimento, al momento contro ignoti, è affidato al procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e Marcello Monteleone che hanno disposto l’autopsia che verrà svolta dopo i funerali di Roma e Napoli. L’indagine vuole accertare se la richiesta di andare a Roma, dopo essere stato colto da malore, sia arrivata effettivamente dallo stesso artista partenopeo.

Pino Daniele è deceduto nell’ospedale Sant’Eugenio, la sera del 4 gennaio alle 22.45. “Quando Pino Daniele è arrivato nel nostro ospedale la situazione era talmente grave che subito è stato sottoposto a rianimazione cardiorespiratoria, purtroppo però dopo pochi minuti si è constatato il decesso”. Lo ha detto Carlo Saitto, direttore generale Asl Roma C Sant’Eugenio. “La cosa è stata veramente molto rapida – ha aggiunto - e non c’era nulla che si potesse fare, purtroppo. Non posso nemmeno dire quale sia stata la ragione di questa situazione critica. Sulle condizioni precedenti anche quando le avessi non sono informazioni che posso dare”.

Stando all’ultima ricostruzione, l’artista si trovava nella sua casa in Toscana, un podere isolato tra le campagne maremmane, quando è stato colto da un malore. Alle 21.15 è stato chiamato il 118 – secondo la rivelazione della Asl di Grosseto – che ha inviato un’ambulanza con a bordo un medico. Poi la ricostruzione di fa meno chiara. Stando alle parole della Asl, i sanitari avrebbero riscontrato problemi nel trovare l’indirizzo dell’abitazione, e prima ancora che arrivassero, il cantante era stato portato a Roma per sua stessa decisione.

Resta incredibile che, dal malore accusato dal cantautore, siano passate quasi due ore prima che venisse applicata la rianimazione, oramai inutile e tardiva.

Oggi si sono svolti i funerali a Roma. Seguirà una seconda cerimonia funebre a Napoli.

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial