Nubifragio su Roma, città in tilt: “allerta di criticità idrogeologica” La pioggia incessante ha provocato forti disagi alla circolazione e allagamenti distribuiti in tutta la Capitale.

<span class="entry-title-primary">Nubifragio su Roma, città in tilt: “allerta di criticità idrogeologica”</span> <span class="entry-subtitle">La pioggia incessante ha provocato forti disagi alla circolazione e allagamenti distribuiti in tutta la Capitale.</span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

Piove senza sosta sulla Capitale. Da ieri pomeriggio – mercoledì 4 marzo – una forte precipitazione sta mettendo in ginocchio – come troppo spesso accade – i romani. Alberi caduti, strade impraticabili e cantine allagate. Questo è il quadro generale di una città in tilt. Ovviamente a subire le rimpercussioni più deleterie è il traffico. Tutte le principali strade di accesso alla capitale sono bloccate dalle prime ore del mattino con chilometri di coda. Il picco delle precipitazioni si è avuto nella notte con 50-60 centimetri d’acqua caduta, tuttavia il temporale non sembra destinato a fermarsi, almeno per oggi.

IL QUADRO.

Si registrano forti disagi da via Salaria a via Appia, da via della Bufalotta alla Casilina, da via Ardeatina alla Flaminia e sulla Tangenziale. Il servizio Luce Verde registra semafori in tilt in varie strade della città: da via dello Statuto a via Leone IV, a via Arenula e piazzale Numa Pompilio. Mentre in via Ardeatina e via Boccea ci sono stati rami caduti sulla carreggiata. Innumerevoli, piccoli incidenti hanno creato forti rallentamenti a Tor di Quinto, sulla Prenestina, a Tor de’ Cenci sulla Pontina e sulla Casalina. L’Eur è completamente allagato, offrendo uno scenario da “bordo piscina”.

Incidenti lievi sulla tangenziale, all’altezza di corso Francia (un ferito) e a via Nicolai, in zona San Basilio, a causa di un veicolo ribaltato (un ferito). Un altro veicolo si è ribaltato in via Belmonte in Sabina, zona centrale del latte. Anche in questo caso, c’è un ferito lieve. Chiuso per allagamenti il sottopasso Renato Guttuso in zona La Rustica. Infine, numerosi disagi in zona centro a causa di due impianti semaforici non funzionanti che stanno pesantemente rallentando la circolazione: quello ad incrocio tra via Arenula e il Lungotevere e quello a Caracalla, sul piazzale Numa Pompilio

Disagi anche sul litorale romano: alberi, cartelloni e pannelli caduti a causa di una tromba d’aria che si è abbattuta da Civitavecchia a Ostia.  In seguito alle forti raffiche di vento è rimasto chiuso il tratto Roma-Citìvitavecchia tra l’allacciamento dell’autostrada Roma-Fiumicino e lo svincolo dell’Aurelia.

IL MONITO DELLA REGIONE LAZIO.

La Regione ha diramato ieri l’allerta di criticità idrogeologica sezionando il Lazio in diverse zone: sul bacino del medio Tevere, sull’Appennino di Rieti, a Roma, sull’Aniene, nei bacini costieri sud e sul bacino del Liri il codice di allerta è arancione; codice giallo per rischio idrogeologico localizzato sui bacini costieri nord. Previste anche nevicate già a quote superiori ai 200 metri.

Salta anche l’incontro della Conferenza delle Regioni con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in programma oggi al Quirinale: “Stanti le difficoltà del trasporto aereo che non permettono l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino del presidente della Conferenza delle Regioni – si legge in una nota – si è concordato con il Quirinale di rinviare e di aggiornare a nuova data”.

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial