Nomadi alla guida di un’auto della Polizia: scoppia il caso La Questura non esclude che possa trattarsi di un'auto di scena.

<span class="entry-title-primary">Nomadi alla guida di un’auto della Polizia: scoppia il caso</span> <span class="entry-subtitle">La Questura non esclude che possa trattarsi di un'auto di scena.</span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

Un rom al volante di un’auto della polizia. Al suo fianco una donna, anche lei nomade, e sui sedili posteriori dei bambini. Il veicolo si ferma nei pressi di un campo e l’uomo, facendo finta di essere un agente, scherza con i passanti urlando in romanaccio: “Aoh che c…. fate eh?”, per poi sgommare via.

Il video, finito in balia dei social, sta impazzando sul web, fino a finire sui tavoli della Questura di Roma. Immediata il chiarimento, anche se poco convincente: “In merito al video, pubblicato sul social network Facebook – afferma il comunicato della Questura – dove viene ripresa una macchina della Polizia di Stato, guidata da un cittadino con accento straniero che ‘scorrazza’ su un piazzale, si comunica che si tratta di macchine sceniche per riprese cinematografiche non in carico alla Polizia di Stato. Sono in corso verifiche atte ad individuare l’esatta provenienza del veicolo e la ditta proprietaria”.

Ad avvalorare l’ipotesi che si tratti di auto di scena, ci sarebbero alcuni dettagli che appaiono nel filmato: cerchi in lega sull’Alfa 159 guidata dal nomade non sono quelli in dotazione, così come il navigatore all’interno della volante e non di serie. Mancherebbe anche la radio, appena sotto al blocchetto d’accensione.

Resta la gravità del gesto. Rimane da capire come un gruppo di rom possa scorrazzare indisturbato per la città a bordo di una volante – originale o di scena che sia -, e sopratutto bisogna interrogarsi sulle potenziali finalità criminali che una tale situazione avbrebbe potuto offrire.

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial