Immigrazione, Ignazio Marino: “Stiamo valutando lo Ius Soli” "Sono fortemente convinto che chi nasce nel nostro Paese deve essere cittadino italiano".

<span class="entry-title-primary">Immigrazione, Ignazio Marino: “Stiamo valutando lo Ius Soli”</span> <span class="entry-subtitle"> "Sono fortemente convinto che chi nasce nel nostro Paese deve essere cittadino italiano".</span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

Si torna a parlare di Ius Soli. Il tema tanto dibattuto e discusso recentemente, quando, durante l’esecutivo di Enrico Letta, Cècile Kyenge era ministro dell’Integrazione, viene ripreso dal sindaco di Roma, Ignazio Marino.

Lo Ius Soli, ovvero l’acquisizione della cittadinanza di un Paese come conseguenza giuridica di essere nati sul suo territorio, in Italia, a differenza di gran parte d’Europa e degli stessi Stati Uniti, trova applicazione sono in casi eccezionali.

A termine di un incontro con i ragazzi dei centri interculturali della Capitale, il primo cittadino a così commentato – “lo vedremo” -, alludendo ad un lavoro della sua giunta sul registro in questione per riconoscere la cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia. “Stiamo riflettendo quale tipo di iniziativa possiamo realizzare – spiega -. Sono fortemente convinto che chi nasce nel nostro Paese deve essere cittadino italiano”.

 

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial