Ignazio Marino assume i poteri di Ostia Il Municipio di Ostia era rimasto senza guida dopo le dimissioni del minisindaco Andrea Tassone.

<span class="entry-title-primary">Ignazio Marino assume i poteri di Ostia</span> <span class="entry-subtitle">Il Municipio di Ostia era rimasto senza guida dopo le dimissioni del minisindaco Andrea Tassone. </span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

Ignazio Marino diventa anche presidente del X Municipio. Da domani, fino a data da destinarsi, l’amministrazione di Ostia sarà nelle mani del sindaco di Roma. La decisione, seppur singolare, è scattata in seguito alle dimissioni del minisindaco Andrea Tassone, finito nel polverone delle infiltrazioni mafiose nella frazione del litorale romano.

“Domani mattina assumerò i poteri nel municipio di Ostia, sto lavorando con l’assessore Sabella affinché entro domattina sia pronta una determina che permetta di aprire tutti quei varchi (di accesso al mare, ndr) che ancora non lo sono. Voglio arrivare nei prossimi giorni all’apertura di dieci varchi, due dei quali già aperti lo scorso anno”. Questo l’annuncio del primo cittadino capitolino, Ignazio Marino.

“Ostia è una parte importantissima della nostra città – prosegue il sindaco a margine della presentazione del nuovo spettacolo di Piero Angela e Paco Lanciano al Foro di Cesare – e proprio per questo io intendo assumere i poteri del Municipio, e lo farò domani mattina, per dimostrare con azioni importanti, decise ed eclatanti che stiamo facendo sul serio. In questo momento voglio occuparmene in prima persona per dimostrare quanto sia importante la zona di Ostia per la città”.

“A Ostia va riportata la legalità. Eserciteremo un controllo molto rigoroso, così come stiamo facendo nel resto della città, su tutti gli appalti utti gli acquisti di beni e servizi dovranno avvenire attraverso strumenti di evidenza pubblica. Non ci potrà essere un affidamento diretto a una persona o a una azienda, dovrà vincere il migliore. Noi siamo amministratori – conclude Marino – e dobbiamo fare in modo che il denaro pubblico venga speso con criteri del buon padre di famiglia”. 

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial