Addio a Remo Remotti, cantore di “Mamma Roma” Se ne va uno dei cantori più veri della Roma Moderna, politicamente scorretto e dalla straordinaria genuinità.

<span class="entry-title-primary">Addio a Remo Remotti, cantore di “Mamma Roma”</span> <span class="entry-subtitle">Se ne va uno dei cantori più veri della Roma Moderna, politicamente scorretto e dalla straordinaria genuinità.</span>

Autore: La Redazione

Le news di Roma
Condividi

Nella sera del 21 giugno, Remo Remotti, artista, scrittore e attore romano, si è spento all’età di 90 anni. Remotti nacque a Roma il 16 novembre del 1924, si laureò in legge e fuggì in Sudamerica nel ’51 dove visse per 7 anni. Lavorò nei cimiteri americani di guerra e poi fece il tassista in Perù, l’operaio in Germania eil funzionario per una ditta farmaceutica a Milano. Per tre volte e’ stato ricoverato in clinica psichiatrica e per due volte e’ stato sposato, con due donne che si chiamavano Luisa.

Nella sua carriera da attore ha lavorato con alcuni tra i registi più importanti del cinema italiano, come Marco Bellocchio, Nanni Moretti, Ettore Scola, i fratelli Taviani, Nanni Loy, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Antonello Salis e Carlo Verdone, e con il regista statunitense Francis Ford Coppola, il regista e sceneggiatore italiano in lingua tedesca Werner Masten e il britannico Peter Ustinov.

Lascia una figlia nata quando aveva 64 anni.

Lo ricordiamo con la sua “Mamma Roma”, un canto “incazzato” che racconta la città, filtrata dall’intensità del suo vissuto.

Like & Share!

Commenti

comments

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial